23ago

Siamo arrivati a Goro, pescatori di frodo state all’erta!

Siamo arrivati a GoroLa Sacca di Goro è un’ampia laguna in provincia di Ferrara racchiusa tra il Po di Goro e il
Po di Volano, raggiungibile dalle strade che conducono a Goro e Gorino Ferrarese.
La sacca è un’area conosciuta per la produzione di molluschi, in particolare le vongole che in questi fondali sabbiosi, profondi in media 60-70 cm con un massimo di 2 m, trovano il loro habitat ideale per accrescersi e svilupparsi.
Esiste una prospera economia che coinvolge tutta la zona della sacca e migliaia di persone, basata sull’allevamento delle vongole, particolarmente pregiate ed esportate in tutta Italia ed Europa; un’economia che “navigherebbe” a gonfie vele se non fosse per i cospicui danni arrecati ogni anno da una costante e letale pesca di frodo.

La pesca di frodo, ovvero la pesca abusiva non autorizzata, colpisce ampie zone della sacca desinate agli allevamenti delle vongole: tocca tutte le concessioni (pezzi di mare assegnati ai diversi produttori) e arreca danni ingentissimi, asportando interi “raccolti” e rivendendoli al mercato nero.
Di fatto la pesca di frodo costituisce un vero e proprio reato penalmente punibile, ma questo sembra non aver mai scoraggiato coloro che si dedicano a questa pratica, costantemente, giorno e notte, d’estate e d’inverno, con il sole o con il maltempo.
La tensione tra i pescatori a Goro è alta. Ogni giorno imbarcazioni non autorizzate entrano ed escono dalla nursery. I litorali sono battuti da personaggi che fingono di “pescare” con la canna per poi addentrarsi all’interno delle concessioni e riempire ceste di preziosi molluschi (il divieto di accesso è sempre chiaramente esposto su cartelli ben visibili).

Siamo arrivati a GoroMa da poco le cose sono cambiate.
Corpo Vigili Giurati ha preso servizio all’interno della sacca, con lo scopo di vigilare sugli allevamenti e scongiurare i furti e le intrusioni che negli anni passati hanno flagellato i pescatori.
Grazie a un nutrito gruppo di professionisti addestrati ad hoc, a mezzi tecnologici all’avanguardia e a un costante, incessante e attento servizio di vigilanza e pattugliamento, i risultati hanno iniziato a farsi vedere: i furti sono diminuiti, i pescatori di frodo vengono individuati e allontanati (spesso arrestati dalle Forze dell’Ordine, su segnalazione delle Guardie), le opere di distruzione e saccheggio stanno diminuendo. La vita dei pescatori di frodo, chiunque siano e dovunque provengano, da adesso è molto più complicata.
L’avviso è stato lanciato. C’è una nuova squadra nella Sacca di Goro.

Restate sintonizzati…