15ott

Pescatore di frodo allontanato, vigilanza sempre alta nella sacca di Goro

Pescatore di frodo allontanato, vigilanza sempre alta nella sacca di GoroLa  Sacca di Goro è sempre oggetto di tentativi predatori rivolti alle vongole che qui vengono allevate. Come riportato da un nostro precedente articolo, abbiamo preso servizio già da diversi mesi e i risultati non si sono fatti attendere: numero di furti ridotto, vandalismi diminuiti, tentativi di penetrare all’interno delle concessioni in calo.

Nonostante una ferrea e costante vigilanza e un grosso dispiegamento di uomini e mezzi, qualcuno ogni tanto ci prova: si può trattare di gente del posto che tenta di fare il suo secchiello di vongole da portare a casa oppure di ladri professionisti che tentano di rubare i preziosi molluschi per rivenderli al mercato nero.

Vi riportiamo un episodio (tra tanti) avvenuto sul finire dell’estate: un pescatore di frodo prova a entrare all’interno di un allevamento di vongole, oltrepassando i segnali di divieto di accesso e fingendo di “pescare con la canna“, dimenticandosi che gli occhi delle nostre guardie vigilano su ogni zona della sacca.
Il segnale di accesso non autorizzato è pervenuto immediatamente e, altrettanto velocemente, l’uomo è stato raggiunto dalle nostre imbarcazioni e invitato a uscire dall’allevamento.
Dopo qualche tentativo di giustificarsi, asserendo che stava “aspettando la moglie” e che “pescava solo con la canna“, il furbetto è andato via trascinandosi tristemente fino a riva, cosciente di aver provato a rubare e di aver trovato qualcuno più sveglio di lui.

Ricordiamo che è sempre vietato l’accesso all’interno delle zone di allevamento segnalate.

Di seguito il video dell’intervento